FourWinds10.com - Delivering Truth Around the World
Custom Search

GERMAIN: FORGIVENESS AND MANIFESTATION GO HAND IN HAND(with Italian Translation)

VIOLINIO ST. GERMAIN / Angelo Mazzocchi

Smaller Font Larger Font RSS 2.0

NOTE:  the following is an Italian translation of the above titled article by Angelo of Itay.  As a dedicated Lightworker, his mission is to proclaim Truth to his people. 

His website is http://www.coachtoheaven.com

We honor him for his work.  ---PHB

******************

(NOTE:  English version follows the Italian translation)

****************

(Italian translation

 

Perdono e Manifestazione vanno mano nella mano  

04/01/1997 –Violino St. Germain– Ripubblicato il 30/06/2011

Mentre l’anno nuovo inizia nella sua grandiosità e con tutte le sue incertezze, c’è una cosa che è assolutamente certa. Il soggetto viene spesso solo sfiorato e la parola che andremo ad analizzare, viene spesso usata senza una reale comprensione del suo significato. Questa parola è IL PERDONO.

Buon pomeriggio. Sono Violino St. Germain e sono qui per parlare a proposito di perdono e manifestazione in quanto le due cose vanno mano nella mano.(n.d.t.; il termine “Manifestazione” usato da Violino St. Germain in questo messaggio, va inteso come la capacità dell’uomo di manifestare/creare, dare forma fisica e concretezza a un suo desiderio).Senza il perdono che proviene dal profondo di voi stessi, non potrete mai godere delle meraviglie per quello che potreste manifestare quando siete nella Luce. Fino a quando nella vostra anima ci saranno sentimenti di inclemenza (opposti al perdono), continuerete a manifestare nella vostra vita le stesse miserie che avete vissuto per migliaia di anni. A proposito, io Violino, Maestro del Settimo Raggio, il Raggio Violetto, sono venuto a voi oggi nella Luce Bianca e Radiosa di Dio Creatore. La Luce Bianca, è il compimento, la completezza che racchiude tutte le frequenze dello spettro delle frequenze della Luce e che si manifesta in varie forme. L’Universo nacque dalla Luce che venne divisa in modo che ogni frequenza potesse esprimersi nella sua totalità ma tuttavia senza che ognuna di queste frequenze potesse esistere senza le altre frequenze complementari in quanto questo non sarebbe stato possibile nell’Universo fisico.

Il Creatore, è perfetto equilibrio e pura equità e quindi alle basse frequenze/vibrazioni, devono necessariamente essere date le stesse capacità delle vibrazioni più elevate in quanto affinché la Luce possa esprimersi nella sua totalità, deve possedere tutte le altre capacità di espressione della Luce stessa  (le diverse frequenze che la compongono). No, non sto farneticando, è tutto molto semplice sia come concetto che nella sua applicazione pratica. Dio Creatore è perfetto equilibrio e quindi tutto deve essere equamente sperimentato in quanto se uno dovesse fare delle esperienze più grandi di un altro, allora tutto sarebbe squilibrato. Tutto ciò che esiste in qualsiasi parte dell’Universo, altro non è che l’espressione della Luce stessa indipendentemente da quale sia la sua manifestazione. Allo stesso modo, anche voi siete l’espressione della stessa Luce così come lo sono il vostro mondo e tutto quello  che su di esso sperimentate.

Che si tratti di piante, minerali o animali, tutti sono un diverso aspetto della Luce e ognuno di loro interagisce ed è complementare a tutti gli altri aspetti (o frequenze) di questa Luce. Ma voi dite ; “cos’ha tutto questo a che vedere con il perdono e la manifestazione?” Bene, tra un po’ ci arriviamo ma prima, dobbiamo gettare le basi su cui fondare la nostra costruzione. Ogni cosa costruita senza fondamenta,é una struttura fragile e destinata a crollare. Il vostro dizionario, definisce il perdono come : “l’atto di perdonare, di concedere il perdono per qualcosa, dare la libertà a qualcuno per qualcosa di sbagliato che ha fatto. Smettere di biasimare o provare risentimento per qualcuno, condonare un debito e dimostrare clemenza. Tutte queste definizioni, spiegano molto bene che cosa sia il perdono tuttavia, desidero esplorare il significato più profondo e gli effetti, l’impatto che IL VERO perdono ha sulla vostra parte spirituale perché come ho detto all’inizio, spesso usate questo termine senza la reale comprensione e soprattutto senza provare l’impatto EMOTIVO  del vero perdono ed è dietro l’impatto emotivo che si nasconde il potere del perdono. Senza vivere il perdono a livello emotivo, non potrete mai totalmente purificare il vostro dolore o la rabbia, o qualsiasi altra reazione emotiva da parte vostra.

Il perdono, non è  qualcosa che viene semplicemente detto a parole ma deve venire dal cuore perché vedete, il vero perdono, non viene dalla testa, ma dal cuore dove risiede il vero Amore. Ma questo Amore, non  è l’Amore come voi lo conoscete e che esprimete in modo fisico, ma è piuttosto l’Amore che esprimete attraverso lo stato emotivo nel profondo del vostro essere. Questo è un Amore che provate nel più profondo di tutti i vostri livelli interiori e ha poco o nulla a che vedere con l’atto fisico di quello che voi definite “fare l’amore”.

Nel vostro mondo, vi è stato insegnato che c’è il bene e il male, ma come definireste voi queste due dinamiche? Il bene è piacevole e il male spiacevole e fondamentalmente, è tutto quello che avete e su cui basate tutti i vostri giudizi, non è vero? Tuttavia, come potreste sapere se una cosa è buona se non aveste il concetto di cattiva? Come potreste discernere il concetto di cattivo, se non aveste il concetto opposto di buono? Vedete, la cosa è valida nei due sensi, non siete d’’accordo?  Ricordatevi, è tutta una questione di equilibrio!

Vivere in uno stato di inclemenza, (di risentimento, di odio, rancore ecc.), è come vivere nella propria spazzatura, è sporca, emana una puzza terribile ed è dannosa per la salute e il solo modo per rimediare a questo problema, è di buttare via tutta la spazzatura il che vuol dire, fare pulizia con IL VERO  perdono.

Il non perdonare, andrà “ad intasare” il canale della manifestazione più velocemente di ogni altra cosa ed è per questo che la maggior parte di voi, vive in un mondo in cui non è capace di ottenere e approfittare della BONTA’  di ciò che potrebbe manifestare ma al contrario,  raccoglie in abbondanza i frutti del rovescio della medaglia perché ad ogni modo, la legge della manifestazione è comunque sempre attiva ed è impossibile  non manifestare. Il perdono, ha a che vedere con l’equilibrio. Se giudicate che una cosa è cattiva, allora come l’affrontate? Vi tenete dentro il dispiacere dell’esperienza oppure la fate e poi continuate per la vostra strada? Come vi comportate con chi vi ha offeso? Covate dentro di voi rabbia e risentimento, o vivete l’emozione al momento e poi andate avanti per al vostra strada? Cosa succede a quelli che vi hanno offeso?

Scegliete di ignorarli oppure di affrontarli? Se decidete di affrontarli, come gestirete il confronto con loro e quello con voi stessi? Sceglierete di perdonare veramente chi vi ha offeso, oppure lo perdonerete solo a parole? Sentimenti? SI, SENTIMENTI – EMOZIONI! Avete la capacità di esprimerli, ma come li gestite? Quando venite offesi, vivete l’offesa non solo a livello intellettuale, ma anche emotivo e quindi non potete perdonare solo a livello intellettuale ma dovete perdonare anche a livello emotivo. Ma perdonare, non vuol dire semplicemente buttar fuori l’offesa dalla vostra mente, sperando di dimenticarla. Questo non si chiama perdonare – ma dimenticare e molto semplicemente, non funzionerà nel lavare l’offesa. Perché vedete; il perdono, quando viene dal profondo del vostro essere (dal vostro cuore), è una sorta di purificazione e benché a livello intellettuale potreste non dimenticare mai l’offesa, i legami emotivi ad essa legati, verranno tagliati e non esisteranno più dentro di voi perché vedete; non è l’atto che perdonate, ma la persona che vi ha offeso.

Diamo una ripassata al termine emozioni :  energia in movimento (n.d.t.; in inglese : emotion : ENERGY IN MOTION), non energia immobile.! L’energia emotiva riproduce  la stessa cosa in funzione della sua origine e che vi piaccia o meno, ogni risposta emotiva, ha la capacità di creare! Ciò che volete creare, è una vostra scelta e una vostra  RESPONSABILITA’.

In verità vi dico, non potete biasimare o lodare  nessun’altro per la vostra “sfortuna” o per la vostra “fortuna”. Se volete trovare il responsabile, guardatevi allo specchio! Con le vostre risposte emotive che vengono dal cuore, voi create la vostra realtà personale e che sia bella o brutta, sta a voi giudicarlo. Può persino darsi  che non è neanche in questa vita che abbiate manifestato per la prima volta dei sentimenti di inclemenza che vi hanno poi seguito vita dopo vita e continueranno a seguirvi fino a  quando non li riconoscerete e li affronterete per finalmente purificarvi. La maggior parte delle persone sulla Terra, devono affrontare montagne di inclemenza che hanno accumulato in numerose vite. Perché credete che al mondo ci sia così tanta rabbia e molta gente è in preda ad una frenesia omicida?

Fino a quando ogni persona non capirà e che cosa l’inclemenza ha provocato nella propria vita e come questa lo ha fatto interagire con tante altre persone, sulla vostra Terra, continuerete a vivere nello stato attuale delle cose. Date uno sguardo alla rabbia che nasce dall’ostilità tra persone di diversa razza e tra persone di diversa nazionalità. Nazioni contro nazioni. Guardate al numero dei divorzi, degli aborti, degli atti di violenza senza  senso e alle cause penali nei tribunali ecc. Tutti hanno le loro radici nell’inclemenza, nella volontà di non perdonare, di vite spese nella rabbia e nel risentimento. Dopotutto però, queste sono delle lezioni, benché a volte molto toste e di lunga durata. Guerre, cause penali, atti di violenza – tutte queste cose nate da spinte emotive, stanno per arrivare al loro apice e quando questo succederà, sulla Terra esploderà una tale confusione alla quale non avevate mai assistito prima e non immaginavate fosse possibile.

La maggior parte della gente è stanca di lottare per riuscire appena a sopravvivere, ma se solo si sapesse la verità ovvero che la soluzione risiede nel cuore di ogni persona ed é che quando si perdona veramente, non c’è più motivo di  cercare nessuna vendetta. E’ la vostra incapacità di perdonare che causa tutto quello che avviene oggi sul vostro pianeta. Ogni essere della Terra desidera avere  quello che crede sia la sua giusta ricompensa. Ebbene cari studenti, ognuno di voi sta ricevendo la giusta ricompensa perché vi sta tornando indietro esattamente in funzione dell’energia che avete inviato nell’Universo.

Il vero perdono, nasce dall’amore – amore degli uni verso gli altri e amore per ogni cosa indipendentemente dal colore o dalla forma che possano avere. Ognuno di voi è interconnesso con qualsiasi altra cosa che esiste nell’universo e ognuno di voi, è una parte del tutto. Quindi, essere inclementi con qualcuno o qualcosa, equivale ad essere inclementi con se stessi. Riflettete attentamente su questo concetto. Siete voi ad essere ostaggi della vostra realtà e non dovete prendervela con nessun altro se non con voi stessi, per la vostra “fortuna” o la vostra “sfortuna”.

Non siete la vittima di nessuno se non della durezza del vostro cuore ed è più che ora che facciate qualcosa per superarla. Quest’anno, ognuno di voi dovrebbe prendersi l’impegno di esaminare attentamente quali sentimenti sbagliati ci sono dentro di voi, e verso chi li avete e una volta trovati, purificarli andando dentro voi stessi – NON CON LA VOSTRA TESTA, MA CON IL VOSTRO CUORE! No, non potete cambiare quello che c’è nel cuore di un altro, ma potete cambiare ciò che c’è nel vostro  e a partire da questo momento, cambiare  la vostra reazione a ciò che vi accade. Credete che qualcuno vi sia debitore di qualcosa? Chiedetevi perché. Perché dare la responsabilità a qualcun’altro? Perché non cominciare dal “nemico” dentro di voi? E se mi permettete; come potete aspettarvi  che un altro vi perdoni, se dentro di voi non avete il perdono? Ricordatevi, un dato tipo di energia, manifesta la stessa energia, si raccoglie ciò che si semina! Smettetela di far notare agli altri la loro inclemenza, i loro problemi, quando siete voi stessi inclementi con gli altri. Inoltre, avete la tendenza a perdonare, in funzione del grado “di crimine” commesso. Avete sviluppato diversi livelli di perdono come per esempio : “va bene, per stavolta ti perdono, ma sappi che hai un debito di riconoscenza nei miei confronti”.Suvvia! Questo non è perdono!

Il vero perdono, deve  essere assoluto e chi vi ha offeso, non vi deve nulla se non delle sentite scuse. Perdonare in funzione dei diversi livelli di severità, è la stessa cosa che giudicare e tutti voi sapete che cosa voglio dire. Per essere più chiaro, Quello che in essenza state dicendo è : “ va bene, accetto le tue scuse, ma siccome sono  migliore di te,(in questo caso), deciderò il modo in cui ti perdono e ho deciso che mi devi!” In questo caso, non c’è perdono e l’oscurità continuerà a perdurare e a crescere dentro di voi estinguendo la vostra Luce. Senza quella Luce, non acquisirete mai la capacità di manifestare attraverso la Luce. Tutte le vostre manifestazioni, accadranno  con l’ausilio dell’Oscurità in quanto un dato tipo di energia, riproduce la stessa energia. Inoltre, tenete a mente che non è un vostro compito giudicare la sincerità di chi vi porge le sue scuse.

Il solo giudizio che potete esprimere, è se voi scegliete di accettare le sue scuse e perdonare. L’altro, dovrà vivere ed avere a che fare con le proprie emozioni così come voi dovrete vivere e avere a che fare con le vostre. Se la gente passasse meno tempo a giudicare l’integrità degli altri e più la propria integrità, sulla Terra avreste meno litigi e comportamenti violenti. Se le persone sapessero la Verità, sareste così impegnati “a pulire la vostra casa” che non avreste il tempo di notare che un altro potrebbe avere la sua casa sporca. L’inclemenza, è come un parassita che ha bisogno di un ospite per nutrirsi e crescere. Continuerà a nutrirsi dell’ospite fino a quando non l’avrà interamente consumato.  La rabbia e il risentimento, continueranno a crescere e a crescere, fino a quando non sarete arrabbiati con tutti e con tutto per un motivo o per un altro. Questa è la tattica dei nemici di Dio. Rabbia, risentimento e inclemenza, creano un fossato tra voi e Dio perché questi sentimenti non provengono solo dalla testa, ma anche dal cuore.

Oggi vivete in un mondo pieno di rabbia perché vivete negando le vostre emozioni. Volete gestire tutto a livello mentale ma la rabbia non è un qualcosa di mentale, ma un’emozione e non potete gestire un emozione con la mente perché la mente non è emotiva. La rabbia potete razionalizzarla, potete cercare di gestirla in modo logico e catalogarla (la rabbia che proviene da una offesa), e metterla in “un file” posto in angolo della vostra memoria, ma questo non significa che ve ne siete sbarazzati.

Per non farvi più trascinare e rispondere impulsivamente dalle emozioni negative, dovete sbarazzarvene e non solo metterle da parte in qualche oscuro angolo della vostra mente. Le reazioni emotive, provengono dal più profondo del vostro essere ed è a quel livello che le dovete affrontare. Potete passare giorni e giorni sdraiati sul lettino dello psicanalista a parlare delle vostre emozioni,  ma fino a quando non andrete, per modo di dire, “ad aprire gli armadi”, e guardare in faccia queste emozioni e finalmente affrontarle, non riuscirete mai a sbarazzarvene. E senza che vi sbarazziate di queste emozioni negative, non farete mai un passo avanti rispetto a dove vi trovate in questo momento. No, non è facile, nulla che abbia un valore è facile! Siete in questo mondo di terza dimensione per imparare e crescere. Nessuna di queste cose si risolve facilmente, soprattutto se volete trarre il massimo dall’esperienza. Tuttavia, fintanto che non aprirete gli occhi per vedere quello che state facendo, ciò che state provando e quello che create, rimarrete bloccati dove siete attualmente. Il perdono, è una delle più grandi lezioni della vostra esperienza nella terza dimensione e sicuramente la più difficile da imparare. Molti di voi hanno così tanta rabbia e risentimento dentro se stessi,  che sono diventati confusi e contorti al punto da non ricordarsi più con chi e perché sono arrabbiati. Sono praticamente arrabbiati con chiunque e per qualsiasi cosa! Ora moltiplicate questo per miliardi di persone, e guardate cosa avete ottenuto, guardate quale realtà avete “manifestato”! Non si risolverà da sola come per incanto nel giro di un giorno perché non è in un giorno che siete arrivati a questo punto. Ma tutto è possibile quando si è nella Luce e il perdono risiede nella Luce. Quando pregate, pregate affinché possiate perdonare tutti quelli per cui nutrite risentimento o rabbia. Allora e solo allora, potrete cominciare a percepire uno stato di pace e la speranza di saper infine perdonare. E’ tutta una questione di equilibrio miei cari studenti!

Cercate la Luce e vedrete che nella Luce, non c’è rabbia, non ci sono lacrime, nessuna volontà di far del male, solo Luce – e nessuna oscurità può entrare dove esiste la Luce senza essere completamente annientata.

Se volete sbarazzarvi della rabbia, della tristezza e di tutte quelle emozioni “negative”, allora per prima cosa, cominciate a perdonare. Il perdono è una delle armi che avete nel vostro arsenale per far fronte al nemico.

Vi vedo già strabuzzare i vostri occhi, sbadigliare e pensare : ecco qua delle altre cavolate stile New – Age o un concetto strappa lacrime ”. Chiamatelo come volete. Non è ne New – Age,  ne nessun’altra cosa. Il concetto di perdono, è antico quanto l’universo. E quanto al concetto strappa lacrime,è molto meglio e molto più salutare che l’odio o l’assassinio! Nessuno vi sta dicendo che dovete perdonare. Tutto quello che voglio dire, è che dovete imparare a perdonare, e indovinate cosa? Una volta che avete il perdono dentro di voi, le cose che vi avevano offeso, le dimenticate. Se vi piace il disastro che avete creato sul vostro pianeta, continuate pure sulla strada su vi trovate ora. Se come invece dite, siete stanchi di questo, allora fate qualcosa in proposito a smettetela di lamentarvi, di frignare e sperare che le astronavi arrivino per salvarvi. VOI avete creato questo casino, e Voi avete la responsabilità di metterlo a posto. Quindi smettetela di commiserarvi, di piagnucolare e cominciate a fare qualcosa per sistemare le cose. Smettete di puntare il dito contro gli altri e di dire che ce l’hanno con voi e che non ve lo meritate. Avete speso la maggior parte del vostro tempo a cercare di scovare il male, quando in realtà, il male è sempre stato proprio li, nascosto nelle vostre emozioni negative.

Grazie per il tempo e l’attenzione che avete dedicato a questo argomento. Questi sono i giorni finali delle lezioni nella terza dimensione e sono anche le lezioni più dure e difficili. Tuttavia, sappiate che avete gli strumenti e la capacità per superare questi esami e che non vi è mai data una prova più grande di quelle che sono le vostre capacità di superarla. Le lezioni sono tanto difficili quanto vi aspettavate che lo fossero e il superarle o meno, dipenderà da quanta energia ci metterete. Per noi, ognuno di voi è importante e benedetto. Non vi staremmo accanto se non avessimo la speranza e la certezza che potete farcela. Più vi avvicinate alla meta, più le prove diventano difficili. La Luce è sempre con voi così come anche noi lo siamo. Quando vi trovate proverbialmente “con le spalle al muro”, guardate in alto perché non siete mai soli. Ora tornate al lavoro – in pace, nell’amore,nella Luce e nel PERDONO.

Che il vostro proposito per quest’anno, sia quello di veramente perdonare quelli per cui serbate della rabbia e del risentimento. Perdonate quelli che vi hanno offeso in quanto così facendo, troverete la guarigione anche nel vostro cuore!

Sono Violino St. Germain.

Vi saluto 

Originale in inglese :  Wisdom of The Rays –The Masters Teach – Volume 1 – Cap. 47 – pag.238.

http://www.fourwinds10.net/journals/UnPublished/J193.pdf

Angelo Mazzocchi:  http://www.coachtoheaven.com

English Version

1/4/97 GERMAIN

As the new year unfolds in all its wondrousness and all its uncertainty, there is one thing which is absolutely certain. The subject has been glazed over so lightly and the word is tossed about with no understanding of

the fullness of meaning or intent. That word is FORGIVENESS.

 

Good afternoon. It is I, Germain, here to speak on the subject of Forgiveness and Manifestation, for they

do, you know, go very much hand-in-hand. Without the forgiveness from the very center of your being,

you will never experience the wonders of manifestation in the Light. As long as there is any unforgiveness

within your souls, you will continue to manifest the same garbage you have been experiencing for thousands

of years.

 

By the way, I, Germain, the Seventh Ray, the Violet Ray, do come unto you this day in the

Radiant White Light of Holy God of Creation. The White Light is the completeness of the

spectrum of all light frequencies, and manifests itself in many forms. The Universe was born out

of this Light, divided so that all its frequencies might experience in their own fullness, but not

one of these frequencies could exist without its complementary other frequencies, for such would

simply not be possible in the physical universe. Creator is about balance and pure equality, and

so the lower frequencies must, by necessity, be given the same equality as the higher frequencies,

for all expressions of Light are necessary for the fullness of the Light.

 

No, I am not speaking mumbo-jumbo. It’s all quite simple in concept and application. If Creator

is about balance, then all must be equally experienced, for if one were to have a greater experience

than the other, then all would be out of balance. All that exists everywhere is but an

expression of that same Light, regardless of what that expression might be.

 

Likewise, you too are all expressions of that same Light, as is your world, and all that you

experience upon that world. Whether plant, animal or mineral, all are but different aspects of

the Light, and each aspect interacts with and complements all other aspects (or frequencies)

of that Light.

 

But you say, “What does all this have to do with forgiveness and manifestation?” Well, we are

getting to that, but first we must lay down the foundation upon which to build. Anything built

without benefit of a foundation is a weak structure, destined only to crumble and fall.

 

Your dictionary defines forgiveness as: “The act of forgiving; pardon.” The word forgive is

defined as: “To grant pardon for. To grant freedom from penalty to (someone). To cease to

blame or feel resentment against. To remit as a debt. To show forgiveness; grant pardon.”

 

All these definitions are precisely what forgiveness has been all about, yet I wish to explore the

deeper meaning, effects and impacts that TRUE forgiveness has upon one’s own spiritual nature,

for as I stated earlier, we have tossed the word around without experiencing the EMOTIONAL

impact of real forgiveness, and the emotional impact is wherein lies the power behind

forgiveness. Without experiencing forgiveness on an emotional level, you will never truly purge

the hurt or anger, or any other emotional response from yourself.

 

Forgiveness is not about lip service, but about heart service. For, you see, true forgiveness

comes not from the head, but from the heart, wherein lies true love. This love is not the love you

express through your physical being, but rather the love you express through the emotional gut of your being. You experience this kind of love on the deepest of all levels, and it has little or nothing to do with the physical act of love making.

 

In your world, you have been taught that there is good and bad. Yet, how would you describe

each of these things? Good is pleasant and bad is unpleasant, and basically that is all that you

have to base your judgment upon—true? And yet, how would you know a good thing if you had

no concept of bad? How would you be able to discern bad if you had no concept of good? You

see, it works both ways, does it not? Remember: it’s all about balance.

 

A state of unforgiveness is like living in all your own garbage—it’s dirty, it smells bad, and it’s

unhealthy, and the only way to remedy the problem is to clean up the garbage. Spiritually,

unforgiveness is dirty, it smells bad, and it is very unhealthy, and the only way to remedy this

problem is to clean up the mess—that is, to experience the cleansing of TRUE forgiveness.

 

Unforgiveness will clog up the manifestation pipeline quicker than anything, so most of you live

in a world in which you are never able to achieve and experience the GOODNESS of manifestation,

but rather, you have a bountiful harvest of the other side of manifestation.

 

Forgiveness, then, is also about balance. If you judge a thing to be bad, how then do you deal

with it? Do you harbor the unpleasantness of an experience within yourself, or do you experience

it and go on? How do you deal with the one who offended you? Do you harbor the

resentment and anger, or do you experience the emotion and go on? What happens to the

offender? Have you chosen to ignore them, or do you confront them? If you confront them, how

do you handle the confrontation and how do you resolve same within self? Will you choose to

truly forgive another for an offense, or will you just mutter the words without feeling?

 

Feelings? YES, FEELINGS—EMOTIONS! You have them, but how do you handle them? If

you were really offended, then you experienced the offense not only on an intellectual level, but

also on an emotional level. You, therefore, cannot forgive only on the intellectual level alone,

but must also forgive on the emotional level. And forgiveness does not mean putting the thing

out of your mind and hoping you will simply forget about it. That’s not forgiveness—it’s forgetfulness,

and it simply will not work to purge the offense. For you see, forgiveness, when it comes

from your emotional depths (heart-felt), is a purification of sorts, and though you may never

intellectually forget the act which offended you, the emotional attachments and ties to that offense

will no longer exist. For you see, it is not the act you forgive, but rather the person.

 

Let us remember what emotions are: Emotions are energy in motion. ENERGY IN MOTION—

not energy in stagnation! Emotional energy reproduces after its own kind and, like it or not,

every emotional response will create! It’s your choice what it is you create, and it is your

RESPONSIBILITY.

 

In truth, you cannot blame anyone else for your “good luck” or “bad luck”. You have but to go

look in the mirror to find the one responsible. But, by your heart-felt emotional responses you

create your own reality, be it good or bad by your judgment.

It may not even have been in this current life where the energy first manifested, for unforgiveness

can and does follow from lifetime to lifetime. You will continue to carry it forward with you until

you recognize it, deal with it, and finally purge it from your very being.

 

Most people on your world are dealing with mountains of unforgiveness accumulated over numerous

life streams. Why do you think you have such an angry world—a world in which legal

litigations are run amuck? And, until such time as each and every individual understands and

has a knowing about what unforgiveness has manifested in his/her life, and how it has interacted

with so many others, over and over and over again, you will continue to experience the present

state of affairs on your planet.

 

Look at the amount of racial anger and hostility present. Look at the amount of national anger

and hostility—nation against nation. Look at the amount of divorce, abortion, senseless acts of

violence, legal suits, etc. All have their basis in unforgiveness, and lifetimes of harboring the

anger and the resentment. And, after all, all are but lessons—albeit some end up being pretty

good-sized and far reaching. Wars, lawsuits, acts of violence—all these emotionally driven

energies are about to come to a head, and when they do, your world will erupt into such a mess as

you have not ever seen or even imagined possible.

 

Everyone is growing weary of the struggle to just survive, and yet if the truth were to be known,

the resolution lies within the very soul of each person on the planet. Once true forgiveness

occurs, then there is no more desire to seek out retribution, and that is what all the unrest is

about. Each one wants what they feel is their own just reward. Well, chelas, you are getting your

own just rewards, for you are manifesting exactly what you have put the energy into.

 

True forgiveness is born out of love—love for each other and love for all things, regardless of

what color or shape they come in. Each and every one of you is related to everything else that

exists in the Universe, and each and every one of you is but a part of everything else. So, to hold

unforgiveness of anyone or anything, is to hold unforgiveness of self. Think about it, chelas. You

are holding yourselves hostages in your own realities, and you have no one to blame for your

state of affairs and your “good luck” or “bad luck” except yourselves.

 

You are not victims of anything except your own hard-heartedness, and it is far beyond the time

to get past it. This year, each and every one of you should take it upon yourselves to examine

just who and what you are harboring ill-will against and purge it from within—NOT IN YOUR

HEADS, BUT IN YOUR HEARTS.

 

No, you cannot change another’s heart, but you can change yours, and you can change from this

point forward just how you react to an experience.

 

Do you feel that someone owes you something? Ask yourself why. Why put the responsibility

off on someone else? Why not start with the enemy within? And how, may I ask, do you expect

another to forgive you when you still have unforgiveness within? Remember: like energy manifests

like energy. Stop preaching to another about their unforgiveness, their problems, when

you are holding onto unforgiveness.

You also tend to forgive based upon the degree of the “crime”. You have developed levels of

forgiveness, such as: “Well, okay, I’ll forgive you this time, but now you have to do something

for me in retribution.” Come on, that’s not forgiveness! True forgiveness is absolute, and

requires nothing from the offender except the heart-felt apology. To forgive in degrees of severity

is the same thing as judgment, and you all know what that is about, do you not? Whose job is

it to judge? It is not yours to judge another, I will tell that straight up. What you are in essence

saying here is: “Well, all right, I hear your apology, but because I’m better than you (in this

instance), I will decide just how I will forgive you, and I’ve decided that you owe me!” In this

case, there is no forgiveness and the darkness is still present and will continue to grow inside,

extinguishing the Light within.

 

Without that Light, you will never achieve the ability to manifest through Light. All your manifestations

are going to be done through the darkness, for like reproduces like.

 

Keep in mind, also, that it is not your place to judge the sincerity of another’s apology. The only

judgment you are responsible for is whether you choose to accept the apology and forgive them.

They will have to deal with and live with their emotions, just as you must deal with and live with

yours. If you ones spent less time judging another’s integrity and more time judging your own

integrity, you would have a lot less bickering and violent behavior. If the truth were to be known,

you would be so busy cleaning out your own house that you would not have the time to notice that

another’s house might be dirty.

 

Unforgiveness is like a parasite. It requires a host to feed on, to live and grow. It will continue

to eat away at the host until it has fully consumed the host.

 

Anger or resentment will grow and grow and grow until you become angered at everything and

everyone for some reason or another. This is the tactic of the enemy of God. Anger, resentment

and unforgiveness create a gap between you and God, for these things are from the heart

as well.

 

The world is a very angry place today, because you live in a world of emotional denial. You want

to handle everything on a mental level, but anger is not mental, it is emotional, and you cannot

deal with an emotion on the mental level, for the mind is not emotional. You can rationalize it;

you can logically deal with it and file it (the anger from perceived hurts) away in some memory

bank, but that is not ridding yourself of it.

 

In order to grow past the negative emotional responses, you have to get rid of them, not just tuck

them away in some dark corner of your mind. Emotional responses come from deep within your

very beings, and must be dealt with on that level. You can spend countless hours on the

psychiatrist’s couch talking about your emotions, but until you go within your own closets, so to

speak, and honestly take these emotions out and look at them and deal with them, face to face,

you are never going to rid yourself of the negative ones, and without ridding yourself of them,

you are never going to get past where you are right this very moment.

 

No, it’s not easy—nothing worthwhile is ever easy. You are in this third-dimensional expression to learn and to grow. Neither of these things come easy, especially if you are to get the most out of the experience. But until you open your eyes to the reality of what you are doing, what you are feeling, and what you are creating, you will stay right where you are.

 

Forgiveness is one of the “biggie” lessons of your third-dimensional experience, and yes, one of

the most difficult to resolve. Most of you have so much unforgiveness within that it has become

confused and convoluted to the point that you don’t even remember exactly who it is you are

angry with—you are just plain angry with nearly everything and everyone! Now multiply that

by five billion and see what you have—see the reality you have manifested!

 

It is not going to remedy itself overnight, because you did not get to this point overnight. But, all

things are possible in the Light, and all forgiveness lies in the Light. When you pray, pray that

you might find forgiveness for everyone whom you might be holding anger or resentment against.

Then and only then, can you approach and hope to be forgiven. It is all about balance, chelas.

 

Approach the Light and you will find that, within that Light, there is no anger, no tears, no ill-will,

only Light—and no darkness can enter into the Light without being completely extinguished.

 

If you want to rid yourself of anger, sadness, all those “negative” emotions, then begin by forgiving

first. Forgiveness is one of the greatest weapons you have in your arsenal against the

enemy.

 

I can see you ones rolling your eyes and yawning and thinking: “Oh boy, more touchy-feely,

New-Age gobble-de-goop.” Call it what you will. It is not New-Age anything—the concept of

forgiveness is as old as the Universe, and as for touchy-feely—it’s a lot better and much healthier

than hatred and murder!

 

No one says you have to forget, all I am telling you is that you must learn to forgive. And guess

what: once you have true forgiveness, the forget part just happens!

If you like the mess you have on your planet, just continue down the path you are on now. If you

are tired of the mess, as you all are saying you are, then do something about it and stop whimpering

and whining and waiting for the ships to come and bail you out.

 

YOU made your messes, and YOU are responsible for cleaning them up. So stop the pityparties,

stop the sniveling, stop the complaining, and start doing something about it. Quit

pointing your finger at someone else and saying they’re picking on you and you don’t deserve

it. You ones have spent far more time chasing after the devil—when in reality the devil has been

right there within those dark, negative emotions all the time.

 

Thank you for your time and for your attention to these matters. These are the days of your

final lessons in third-dimensional school, and you are in the hardest of all lessons yet. However,

know also that you have the ability and the tools with which to get through these lessons, and you

are not experiencing more than you are capable of handling. The lessons are only as difficult

as you expect them to be, and you achieve by the same degree as you put energy into them.

Each of you are important and blessed to us. We would not strive with you if there was not hope

and knowing that you can succeed. The closer you are to finishing, the more difficult become the

challenges. The Light is ever with you, and we are ever with you, as well. When you find

yourselves backed into the proverbial corner, look up, for you are never alone.

 

Now go get to work—and go in peace, go in love, go in Light and go in FORGIVENESS.

 

Make your re-SOUL-ution this year to truly forgive those for whom you hold anger and resentment.

Forgive those who have hurt you, and in so doing, you will find your own healing of heart!

I am Germain. Salu.

http://www.fourwinds10.net/journals/UnPublished/J193.pdf